I percorsi di Counseling hanno l’obiettivo di aiutarti nei momenti particolari della tua vita, quali:

  • Affrontare i cambiamenti (separazione, nascita di un figlio, cambio di occupazione, lutto…)

  • Momenti di disagio (ansia, rabbia, inadeguatezza…)

  • Crisi evolutive (adolescenza, menopausa, vecchiaia…)

 

Inoltre, un percorso di Counseling può essere lo strumento per colmare il desiderio di migliorare la conoscenza di sé, il rapporto con gli altri e, più in generale, la propria vita.

Si tratta della possibilità che ognuno ha di concedersi uno spazio fatto di tempo, ascolto e condivisione, in cui intraprendere un processo di trasformazione graduale, che inizia dalla consapevolezza e dall’assunzione di responsabilità verso la propria esistenza.

La scelta di approcciarsi al Counseling individuale può derivare dalla necessità di raggiungere uno scopo preciso (sempre rigorosamente fissato dal cliente) o, anche più semplicemente, dal desiderio di conoscersi meglio e allargare la propria “mappa del mondo”, con l’aiuto di un professionista che ascolta e non giudica ma propone punti di vista diversi e nuove possibilità, con il semplice, fondamentale, dialogo e con tecniche specifiche di cambiamento (ancoraggi, timeline, teoria degli archetipi junghiani, eccetera).

A tutti è capitato, e capita, di vivere situazioni di difficoltà, a più livelli, durante le quali vorremmo uno spazio in cui fermarci, con qualcuno che ci aiuti ad uscire dalla confusione, per poter vedere meglio cosa ci sta succedendo, per ritrovarci e fare le scelte migliori.

 

Questo tipo di percorso può essere richiesto e seguito dal singolo soggetto interessato.

La coppia deve essere qualcosa di più della semplice somma di due individui e non può dare la sensazione di “sottrazione” (di libertà, di benessere,..). Certo può capitare di affrontare momenti di difficoltà (problemi di comunicazione, incomprensioni, tradimenti,..) ed è proprio in questi momenti che il Counseling può facilitare il recupero del rapporto attraverso una sorta di “intervallo” dove si “esce dal gioco” di coppia e si ricostruiscono regole e relazioni piu funzionali.

Questo tipo di percorso può essere richiesto e seguito dalla coppia, o da uno solo dei suoi componenti.

Spesso per la famiglia è faticoso comprendere il vorticoso movimento dei propri figli e assicurare loro, da una parte, fiducia e serenità verso il futuro, nonostante la preoccupazione che la società moderna rimanda, e dall’altra flessibilità e tolleranza, seppur con il necessario e doveroso rispetto delle regole e degli impegni.

Il counseling per la famiglia offre uno spazio di confronto per esprimersi, confrontarsi, condividere; uno spazio per comprendere meglio, cercare soluzioni nuove e apprendere diverse modalità di approccio all'antico problema di essere persone, genitori, famiglia.

Questo tipo di percorso può essere richiesto e seguito dall’intero nucleo familiare, o da uno o più dei suoi componenti.

Il gruppo è una dimensione di straordinaria potenza in quanto consente di vivere un’esperienza di confronto in una dimensione protetta, dove ci si può rispecchiare nell’altro, avere riconoscimenti di ciò che non ci si riconosce. Questo rafforza l’autostima e aiuta a riscoprire e potenziare competenze e caratteristiche personali. 

Il percorso:

Offre ai partecipanti uno spazio (non terapeutico) per la crescita personale e lo sviluppo dell’empowerment attraverso il miglioramento delle competenze interpersonali di relazione e comunicazione. 

Consente al gruppo di sperimentare, in una situazione protetta, le implicazioni connesse con il confronto tra costruzione soggettiva e costruzione sociale della realtà (in particolare riguardo la gestione di conflitti).

Ha come effetto il rafforzamento del senso di identità e del potere personale e professionale (empowerment).

L'esperienza e la ricerca hanno dimostrato che il Counseling di gruppo permette di sviluppare nei partecipanti: la crescita personale; la focalizzazione sugli aspetti più importanti e significativi della propria vita; lo sviluppo delle qualità/capacità di relazione; diventare migliori ascoltatori; interagire in modi più genuini e rilassati; fare esperienza di abitudini, affettività e valori differenti; la capacità di incrementare l’accettazione degli altri; identificare e riposizionare le aspettative/finalità professionali; sviluppare il senso della comunità. 

 

Questo tipo di percorso può nascere su mia proposta, con riguardo a temi specifici, al quale ciascuno può iscriversi, o su richiesta di scuole, ospedali, altre organizzazioni o gruppi preformati di persone (minimo 6, massimo 14).

Attività di counseling affiancando il lavoro logopedico svolto presso lo studio di logopedia ”Studio Sostegno & Riabilitazione” diretto dalla dott.ssa Eleonora Carravieri, offrendo un sostegno rivolto al paziente, alla sua famiglia e alla scuola.

 

Nel dettaglio:

Per il bambino: permette il miglioramento dell’efficacia comunicativa.

Per la famiglia: attraverso gli incontri di Counseling, la famiglia impara a stimolare correttamente il linguaggio del proprio caro, con particolare attenzione alle sue modalità di recupero e ad accettare ed affrontare in modo evolutivo i momenti di crisi nell’educazione dei figli.

Per la scuola: lavoro in collaborazione con i docenti, per creare i presupposti affinché l’attivazione positiva iniziata in terapia e a casa possa proseguire in modo armonioso anche a scuola.

Per il paziente adulto: il Counseling dà loro la possibilità di fare un percorso di accettazione, consapevolezza e trasformazione del vissuto allo scopo di raggiungere gli obiettivi di cura e di vita.

website by Paola Scapellato

  • Pagina Facebook
  • Mappa
  • active-call-phone-icon--icon-search-engine-11